Antiplagio stronca e corregge “Striscia la notizia”, dopo le storpiature della lingua sarda: fanno ridere solo le iene, per natura

14 Giu

stradoni.chiusu

Cristian Cocco in procinto di piangere per la propria lingua, storpiata 😦

Nella puntata del 6 giugno 2015, ultima della stagione televisiva, Striscia la notizia non ha mancato di maltrattare ulteriormente la lingua sarda, suggellando un’ignoranza senza concorrenza. Lo riporta in una nota (aggiornata) il comitato di volontariato Osservatorio Antiplagio. La malefatta è avvenuta ancora una volta in un soliloquio dell’inviato-residente in Sardegna Cristian Cocco, dal titolo “Su stradoni chiusu”, confezionato con le solite risate finte, in riferimento ad una strada statale non ancora collaudata. Lo strafalcione era già stato commesso il 2 giugno – continua Osservatorio Antiplagio – quando un museo mai aperto dell’hinterland cagliaritano era stato definito “su museu chiusu”, anziché “su museu serrau”. In quella circostanza Cristian Cocco si era scusato su facebook con tutti i sardi, asserendo che l’autore del testo in sovraimpressione non fosse lui, bensì la redazione di Striscia. Stavolta invece le scuse non sono arrivate. Anzi, da buon allievo da scuola di censura, Cristian Cocco ha cancellato dalla propria bacheca le segnalazioni di Osservatorio Antiplagio, bannando il fondatore Giovanni Panunzio, come a suo tempo aveva posto in essere anche Striscia, e rifiutandosi dunque di apprendere la traduzione più idonea di “strada chiusa”, ovvero: s’arruga serrada. Si pensava che dopo le segnalazioni dei cittadini, relative al primo video, e dopo le scuse di Cristian Cocco, arrivasse anche il “mea culpa” di Antonio Ricci e soci, e non una banale condivisione. Invece in appena quattro giorni la redazione di Striscia ha perseverato nello svarione, forse a voler sottolineare che il taroccamento maccheronico era voluto, e ha accantonato con una cantonata quel minimo di rispetto dovuto sempre a tutto e tutti: isole e satira comprese.

GP

Al volante Giovanni Panunzio, coord. naz. Osservatorio Antiplagio: si ferma davanti alle strisce, ma non davanti a Striscia 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: